CANTA SE LA VUOI CANTAR

Nilla Pizzi

Quanto sei bella Roma
quanto sei bella Roma a prima sera
er tevere te serve
er tevere te serve da cintura
San Pietro e er capidojo da lettiera
quanto sei bella Roma
quanto sei bella Roma a primavera.

Gira si la voi girà
canta si la voi cantà.

De qua e de la dar fiume
de qua e de la dar fiume c’è na stella
e tu non poi guardalla
e tu non poi guardalla, tanto brilla
e questa è Roma mia
Roma mia bella
de qua de la dar fiume
de qua de la dar fiume c’è na stella.

Gira si la voi girà
canta si la voi cantà.

Tu ciai la primavera
tu ciai la primavera ne la chioma
er vento passa dentro
er vento passa dentro e se profuma
e pare ch’è un giardino tutta Roma
tu ciai la primavera
tu ciai la primavera ne la chioma.

Gira si la voi girà
canta si la voi cantà.

Bella casetta mia
bella casetta mia trasteverina
te gira intorno er fiume
te gira intorno er fiume e t’incorona
e tutta l’arberata te s’inchina
bella casetta mia
bella casetta mia trasteverina.

Gira si la voi girà
canta si la voi cantà.

Trestevere e na stella
trestevere e na stella rilucente
e pe chi s’allontana
e pe chi s’allontana ce sta un ponte
ma chi lo passa presto se ne pente
trestevere e na stella
trestevere e na stella rilucente.

Gira si la voi girà
canta si la voi cantà.

Roma che la più bella
Roma che la più bella sei der monno
io penso sto stornello
io penso sto stornello e te lo manno
tu me parli d’amore e io t’arrisponno
Roma che la più bella
Roma che la più bella sei der monno.

Gira si la voi girà
canta si la voi cantà.