CHE SARÀ - Jimmy Fontana

Paese mio che stai sulla collina
disteso come un vecchio addormentato
la noia l’abbandono il niente
son la tua malatia
paese mio ti lascio io vado via.

Che sará, che sará, che sará
che sará della mia vita lo sá
so far tutto o forse niente
da domani si vedrá
e sará, sará quel che sará.

Gli amici miei son quase tutti via
e gli altri partiranno dopo me
peccato perché stavo bene
in loro compagnia
ma tutto passa tutto se ne vá.

Che sará, che sará, che sará
che sará della mia vita chi lo sá
con me porto la chitarra
e se la notte piangeró
un nenia di paese suoneró.

Amore mio ti bacio sulla bocca
che fú la fonte del mio primo amore
ti do l’appuntamento
come quando non lo só
ma so soltanto che ritorneró.


CHELLA LLÀ


St’ammore me teneve’incatenato
ma ho detto basta e me so liberato
me pare cchiù turchino o cielo
me pare cchiù lucente o sole
e o core canta p’a felicità.

Chella llà, chella llà
mo va dicenno ca me vò lassà
se crede ca me faccio o sangue amaro
se crede ca’mpazzisco e po me sparo
chella llà, chella llà
nun sape che piacere ca me fa
me ne piglio nata cchiù bella
e zetella resterà
chella llà, chella llà, chella llà.

A iere m’ha mannato nu biglietto
p’a figlia do portiere dirimpetto
me dice ca nun è felice
e ca vurria cu me f’a pace
ma io me sto gustanno’a libertà.

Teneva’a faccia gialla e l’uocchie stuorte
è invece’i songo o re d’o sesso forte
e femmene cchiù fresche e belle
arreto a me se fanno a mille
e faccio a cuncurrenza a nu pascià.


CHIESETTA ALPINA

C’e una chiesa alpina
dove già rintocca una campana
nel vederla così in alto
pare in cielo e più lontana
col suonno par che dica a un cuor
nel dolce vespro mattutin
alla chiesetta tutta in fior
ritornerai mio bel alpin.

S’ode un suono ma non è più
la campana della chiesetta
’e il silenzio della sera
che pian pian suona la trombetta
più piano come in un sospir
fra breve non si sente più
ma al bruno alpino par d’udir
la campanella di lassù.

Rosellina che col gregge vai sui monti
di buon mattino
e con ansia e fede aspetti
che ritorni il tuo bel alpino
se pur lontano il bruno alpin
a te soltanto penserà
e un di vedrai che a te vicin
felice ancor ritornerà.

Ed un giorno assai più forte
suona a festa la campanella
è tornato il bruno alpino
e Rosellina si fa più bella
e bianca e pura come un fior
che il sol di maggio sbeccerà
e la campana con amor
per quelle nozze suonerà
per quelle nozze suonerà.