IO, MAMMETA E TU

Pazzaglia - Modugno

Ti avevo detto dal primo appuntamento
è nun purtà nisciuno appriesso a te
invece mo nu frate
na sora nu nipote
sola nun staie na vota
ascimmo sempre a tre
e m’hai promesso domani chi lo sa
vengh’io soltanto... soltanto con mammà.

Io mammeta e tu
passiammo pe tulede
nuie annanze mammeta arrete
io mammeta e tu
sempre appriesso cos’e pazze
chesta vene pure a ò viaggio è nozze.

Jammo ò cinema à balla
si cercammo è ce squaglià
comme a nu carabiniere
chella vene a ce afferrà
ma nnammurato so rassegnato
non reagisco più
io mammeta e tu.

Ma San Gennaro m’aveva fatt’a grazia
llata matina nun l’ha fatt’aizà
teneva ll’uocchie è freva
pareva ca schiattava
io quase me credevo
è ascì sulo cu te
nu filo è voce però truvaie mammà
d’a piccerella ve faccio accumagnà

(Finale)
Patete fratete e tu.