L’ARCA DI NOÈ

Iva Zanicchi

Un volo di gabbiani telecomandati
e una spiaggia di conchiglie morte;
nella notte una stella d’acciaio
confonde il marinaio;
strisce bianche nel cielo azzurro
per incantare e far sognare i bambini,
la luna è piena di bandiere senza vento,
che fatica essere uomini!

Partirá,
la nave partirá
dove arriverá
questo non si sa
sará come l’arca di Noè
il cane, il gatto, io e te.

Un toro è disteso sulla sabbia
il suo cuore perde cherosene;
a ogni curva un cavallo di latta
distrugge il cavaliere.
Terra e mare, polvere bianca;
una cittá si è perduta nel deserto
la casa è vuota, non aspetta più nessuno,
che fatica essere uomini!

Partirá,
la nave partirá
dove arriverá
questo non si sa
sará come l’arca di Noè
il cane, il gatto, io e te.