O PAESE D’O SOLE

Giuseppe Di Stefano

Ogge sto tanto allero
ca quase, quase
me mettesse a chiagnere
pe sta felicità
ma è overo o nun è overo
ca so turnato a napule
ma è overo ca sto cca
ò treno stava ancora
’int’a stazione
quanno aggio’ntiso
e prime manduline.

Chist’e ò paese d’ò sole
chist’e ò paese d’ò mare
chist’e ò paese
addò tutt’e parole
so ddoce o so amare
so sempre parole d’ammore.

Tutto, tutto e destino
comme putevo
fà furtuna all’estero
s’io voglio campà ccà
mettite’nfrisca o vino
tanto ne voglio vevere
ca m’aggi’a’mbriacà
dint’a sti quatte mura
i sto cuntento
mamma me sta vicina
e nenna canta.