SAPORE DI SALE

Gino Paoli

Sapore di sale,
sapore di mare
che hai sulla pelle,
che hai sulle labbra,
quando esci dall’acqua
e ti vieni a sdraiare
vicino a me, vicino a me.

Sapore di sale,
sapore di mare,
un gusto un po’amaro
di cose perdute,
di cose lasciate – lontano da noi
dove il mondo è diverso,
diverso da qui.

Il tempo è nei giorni
che passano pigri
e lasciano in bocca – il gusto del sale.
Ti butti nell’acqua
e mi lasci a guardati
e rimango da solo
nella sabbia e nel sole.

Pio torni vicino – e ti lasci cadere
così nella sabbia – e nelle mie braccia
e mentre ti bacio – sapore di sale,
sapore di mare, sapore di te.