SIGNORA FORTUNA

(Claudio Villa)

som

C’é una strada chaiamata destino che porta in collina,
C’é sul colle una casa argentata dal chiaro di luna
Chi va in cerca d’amore ci trova una fata divina
Ch’é signora del bene e del mare e si chiama Fortuna.

Bella, Le dissi in pianto
Tu che fai tante grazie una soltanto
Dammi l’amore di una bimba bruna
Questa volta m’hai chiuso la porta
Signora Fortuna... O signora Fortuna.

Ed avevo una bella casetta di sogni ed amore
Ed avevo un’amore di bimba dagli occhi di mare
Ma un’ondata di vento ha distrutto la casa e il mio cuore
T’ho pregato, signora Fortuna, davanti all’altare.

Bella, se mi vuoi bene,
Falla tornar ch’io muio dalle pene
Non ho più amore, non ho più nessuno
Questa volta m’hai chiuso la porta
Signora Fortuna... O signora Fortuna.

Ma stanotte guidado dal cuore e da un raggio di luna
Ho ripreso la strada più antica ch’é sempre più buona
C’era un’ombra tremante la chioma più bianca che bruna
E mi ha detto in un bacio: é la Mamma che mai t’abbandona.

Mamma, Fortuna mia
Questa é la meglio grazia che ci sia
Perché di Mamma ce n’é solo una
Questa volta puoi chiuder la porta
Signora Fortuna... O signora Fortuna.