TORERO

Nisa - Carosone

Tu pierde ò suonno’ncopp’e giurnalette
e mammete minaccia e patete sarraggia
te fanno girà à capa sti fumette
guardannote’int’o specchio
vuoi fare il toreador
comme fanno a Santa Fè
comme fanno ad Hollivud
e cu sta scusa oi ni no studie cchiù.

Oh Torero
ti si piazzato’ncapo stu sombrero
dice che si spagnuolo e nun è overo
che nacchere’int’a sacca vai ballà
mescolando bolero “cià cià”
chi vuò’mbruglià.
Torero, cu sti basette a sud americano
cu’nu sicario avana
e à cammesella è picchè.
Torero, Torero, olè.

Te fatto a giacchetella corta corta
’o calzunciello astritto
e o ricciolillo’nfronte
te ride a gente areto
e nun te’mporta
ti senti un Marlon Brando
che a spasso se ne và
per le vie di Santa Fè
per le strade di Hollivud
e à’nnammurata toia nun te vo cchiù.

Oh Torero
e levatillo à capo stu sombrero
nu si spagnuolo e nun si caballero
sti nacchere tu nu è saie sunnà
e sti nacchere tu che ne à fa?
bello’mammá.
Torero
cu sti basette a sud americano
cu’nu sicaria avana
e à cammesella è picchè.
Torero, Torero, olè.